LiberalLiberalismo, costituzionalismo moderno e nation building nella costituzione belga del 1831: una prospettiva comparata

OnderzoeksoutputAcademicpeer review

1 Citaat (Scopus)

Samenvatting

The Belgian Constitution of 1831 is often described as ‘liberal’ because of the radical implementation of various aspects of ‘modern constitutionalism’, particularly of some fundamental rights. However, such a view does not take into account that the liberals of the early nineteenth century were heirs to the revolutionary tradition of the late eighteenth century and were, therefore, not only interested in implementing principles of modern constitutionalism but also in nation building. They were looking for a proper balance between fundamental freedoms and the exigencies of the state. In this paper, it is argued that the radical way in which some fundamental rights are formulated in the Belgian Constitution, should not only be attributed to liberal commitments. After all, the success of the Belgian Revolution was the result of a coalition between the liberal and Catholic opposition to King William I. Since the Belgian Catholics had adopted a policy of using fundamental rights as a means to safeguard the position of the Church, the radical way in which some of these rights were implemented in the new Constitution was at least as much the result of Catholic pressure as of liberal influence. La Costituzione belga del 1831 è spesso descritta come ‘liberale’ a causa della radicale implementazione di vari aspetti del ‘costituzionalismo moderno’, in particolare di alcuni diritti fondamentali. Tuttavia, tale modo di vedere non prende in considerazione che i liberali del primo Ottocento erano eredi di una tradizione rivoluzionaria del tardo Settecento ed erano, pertanto, interessati non solo ad implementare principi del costituzionalismo moderno, ma anche a costruire la nazione. Essi cercavano un equilibrio corretto tra libertà fondamentali ed esigenze dello Stato. In questo paper, si sostiene che il modo radicale col quale alcuni diritti fondamentali sono formulati nella Costituzione belga, non dovrebbe essere attribuito soltanto all’impegno liberale. Dopo tutto, il successo della Rivoluzione belga fu il risultato di una coalizione tra l’opposizione liberale e cattolica al re Guglielmo I. Poiché i cattolici belgi avevano adottato una politica di utilizzo dei diritti fondamentali come mezzo per salvaguardare la posizione della Chiesa, il modo radicale col quale alcuni di questi diritti furono applicati nella nuova Costituzione fu almeno il risultato tanto di pressioni cattoliche quanto di influenze liberali. Keywords / Parole chiave: Belgian Constitution, nation building, liberalism, modern constitutionalism, comparative constitutionalism / Costituzione belga, nation building, liberalismo, costituzionalismo moderno, costituzionalismo comparato.
Vertaalde titel van de bijdrageLiberalLiberalismo, costituzionalismo moderno e nation building nella costituzione belga del 1831: una prospettiva comparata
Originele taal-2English
Pagina's (van-tot)49-68
Aantal pagina's20
TijdschriftGiornale di storia Costituzionale
Volume35
Nummer van het tijdschrift1
StatusPublished - 1-jun-2018

Citeer dit